mdfpadova

MDF Padova risponde all'articolo del direttore del Gazzettino

Pubblichiamo per intero la risposta del Circolo MDF Padova alla lettera al Direttore "La decrescita felice porta alla dittatura della povertà" comparsa sul Gazzettino il 16/11/2014.

Egr. Direttore,

osservo con un certo dispiacere che rispetto alla “decrescita felice” ci siano ancora molte interpretazioni distorte e scorrette. Mi preme, pertanto, chiarire alcuni punti che sono alla base del nostro Movimento che non è affatto una ideologia, anzi, che lotta contro le ideologie, soprattutto contro l’unica ideologia imperante che sembra esistere al giorno d’oggi: quella del consumismo, che è strettamente legata al pil.

1. Il Movimento per la Decrescita Felice stimola le persone all’indipendenza di pensiero, al non essere manovrati come marionette dal sistema e dalle ideologie.

2. Siamo apartitici, le persone, secondo noi, possono fare scelte politiche nelle azioni quotidiane: autoprodursi cibo ed oggetti, scambiarsi beni e servizi, acquistare prodotti a km 0, ecc.

3. Riteniamo che la sobrietà sia l’unica via percorribile in quanto il benessere dato dai consumi non è reale né duraturo. Non è affatto vero che se aumenta il pil c’è più benessere! Il pil aumenta anche se c’è più riciclaggio di denaro sporco, più vendita di farmaci, più incidenti, più vendita di droga…

4. Suggeriamo un uso intelligente delle risorse “finite” del pianeta e auspichiamo una tecnologia che punti alla qualità, alla durata dei prodotti e non alla quantità, all’obsolescenza programmata.

5. Riteniamo che l’economia debba essere al servizio delle persone e del loro benessere e non il contrario.

6. Sviluppiamo la conoscenza e il trasferimento gratuito dei saperi.

Di “penitenziale e masochista” nella decrescita felice non c’è proprio nulla a meno che il dedicare più tempo allo sviluppo dei propri talenti, alle relazioni sociali, al rallentare i ritmi, al benessere venga associato a tali termini.

Riteniamo che non si può ridurre tutta la vita e l’esistenza delle persone al denaro e all’accumulo di “cose”: anzi, è liberandosi di oggetti che si è più felici, è aumentando la propria consapevolezza che si può gustare appieno la propria esistenza liberandosi dai falsi modelli che vengono proposti dal sistema e dalle convenzioni sociali. Nella nostra società è presente una pesante pressione a fare sentire le persone deboli, fragili, inadeguate, incapaci di fronteggiare le  normali difficoltà che la vita presenta. Noi riteniamo che le persone, in realtà, siano state create per resistere allo stress e per affrontare qualsiasi disagio.  

Ecco, questo è un punto fondamentale: MDF si propone di rendere consapevoli le persone della propria resilienza e delle proprie capacità.   

Infine, per rispondere all’amico di Albignasego, lo invito a venire a trovarci nella nostra sede del circolo di Padova dove potrà constatare con mano che “La vita più serena è data dalla qualità delle relazioni, dal crearsi un progetto di vita, dalla soddisfazione di non essere schiavi del sistema”.

Buona decrescita felice a tutte!

Matteo Majer

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Potete leggere la parte pubblicata di questa lettera del 18/11/2014 sul sito del gazzettino, assieme alla risposta del direttore del Gazzettino.


Di seguito la nostra risposta:

Gent. Direttore Roberto Papetti,

innanzitutto grazie per aver pubblicato la nostra risposta.

Purtroppo era troppo lunga e abbiamo notato come alcuni passaggi importanti non siano stati riportati nel testo.

Per esempio:

Riteniamo che l’economia debba essere al servizio delle persone e del loro benessere e non il contrario. Sviluppiamo la conoscenza e il trasferimento gratuito dei saperi.

Riteniamo che non si può ridurre tutta la vita e l’esistenza delle persone al denaro e all’accumulo di “cose”: anzi, è liberandosi di oggetti che si è più felici, è aumentando la propria consapevolezza che si può gustare appieno la propria esistenza liberandosi dai falsi modelli che vengono proposti dal sistema e dalle convenzioni sociali. Nella nostra società è presente una pesante pressione a fare sentire le persone deboli, fragili, inadeguate, incapaci di fronteggiare le  normali difficoltà che la vita presenta.

 Nonostante questo ho ricevuto decine di e-mail di congratulazioni, complimenti, richieste di approfondimento tutte con toni positivi nei nostri confronti.

Ne condivido una tra le tante per poterle fornire un esempio con testo integrale, senza censura.

“caro Matteo Majer,
le scrivo per dirle che condivido la sua lettera al gazzettino di oggi 
e che ritengo pessima la risposta del direttore Papetti...
comunque simile a quella che darebbero tutti quelli che, come lui, ritengono ogni privilegio un diritto.”

Se volesse pubblicare anche le parti che non sono rientrate nell’articolo, le saremo infinitamente grati.

Resto a sua disposizione per qualsiasi chiarimento in merito e la ringrazio ancora per lo spazio che ci ha voluto concedere.

 Matteo Majer

Presidente MDF Padova

 

Commenti   

 
0 #1 Diego Lazzaro 2014-11-27 18:22
:-) Caro Matteo mi sono imbattuto in te grazie ad un'amica. Ti ho cercato nel web ed ho apprezzato molto il modo con cui hai saputo condividere le tue esperienze, le tue emozioni e soprattutto il tuo vissuto di uomo, marito e padre.
La risposta all'articolo apparso sul Gazzettino evidenzia con dignità e fermezza i valori in cui credi ed il tuo messaggio è come una fresca brezza in un'afosa serata estiva; risveglia gli animi e ridona tonicità ai pensieri.
Auspico di poterti conoscere presto di persona.
Grazie
Diego Lazzaro
Associazione Ascolto e Azione
Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

MDF Padova su Facebook

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI MDF PADOVA!

Scrivi la tua mail nel form sottostante. Riceverai periodicamente notizie relative ai nostri incontri ed eventi!

Nessun evento

MDF SU LACOSA CHANNEL

I GAS a Padova

Movimento Decrescita Felice Circolo Territoriale di Padova

via Tiziano Aspetti 251

35134 Padova

Codice Fiscale: 92253060286

Copyright 2013© Mdf Padova
Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Se continui a navigare accetterai l'uso di questi cookie. Ulteriori informazioni OK